PRINCIPI TRANSUMANISTI

1.  L'umanità sarà radicalmente trasformata dalla tecnologia del futuro. Si prevede la possibilità di ri-progettare la condizione umana in modo di evitare l'inevitabilità del processo di invecchiamento, le limitazioni dell'intelletto umano (e artificiale), un profilo psicologico dettato dalle circostanze piuttosto che dalla volontà individuale, la nostra prigionia sul pianeta terra e la sofferenza in generale.

2.   È necessario uno sforzo di ricerca sistematico per comprendere l'impatto di tali sviluppi per ora all'orizzonte e le loro conseguenze a lungo termine.

3.   Occorre un'apertura mentale che ci permetta di adottare tali tecnologie invece che di tentare di proibirne l'uso o lo sviluppo.

4.   Sosteniamo il diritto individuale di espandere le capacità fisiche ed intellettuali e di aumentare il controllo sulla propria vita. Aspiriamo ad una crescita personale ben al di là delle limitazioni biologiche a cui siamo oggi legati.

5.   La perdita di potenziali benefici, a causa di tecnofobia e proibizioni immotivate  sarebbe una tragedia per il genere umano. Dobbiamo comunque tenere presente che un disastro o una guerra, causati o resi possibili da una tecnologia avanzata, potrebbero portare all’estinzione di ogni forma di vita intelligente.

6.   Sono necessari luoghi di incontro in cui discutere razionalmente e strutture sociali per decisioni responsabili.

7.   Il transumanismo è fautore del benessere di tutti gli esseri senzienti (siano questi umani, intelligenze artificiali, animali o eventuali esseri extraterrestri) ed include molti principi dell’umanesimo moderno. Il Transumanesimo non è legato ad alcun partito o programma politico.

MISSION

[...] Nella seconda metà del Novecento un'ondata di pensiero anti-scienza e anti-techne, partita dalle vette degli ambienti filosofici, si poi è diffusa a valle diventando mainstream in quasi tutti gli spazi della cultura, del costume e dell'espressione estetica. Il nostro obiettivo è far incrociare filoni culturali diversi, analitici / continentali, illuministi / romantici, destra / sinistra, sui temi cruciali della bioetica, della biopolitica, del postumano e del senso del futuro, per ridare quota a una visione prometeica, positiva, visionaria, forte della Tecnica. [...]

Chi siamo: leggi tutto

ULTIME NEWS

25/06/2014 - Il transumanesimo fra le tracce della maturita' 2014

Una delle tracce dell'esame di italiano nell'ambito dell'esame di maturita' 2014 riguardava il transumanesimo. A disposizione degli studenti e' stato messo l'estratto di un articolo a firma di Fabio Chiusi apparso sull'Espresso di febbraio: “Anche la Silicon Valley ha la sua religione. E potrebbe presto diventare il paradigma dominante tra i vertici e gli addetti ai lavori della culla dell'innovazione contemporanea. È il transumanismo e si può definire, scrive il saggista Roberto Manzocco in Esseri Umani 2.0 (Springer, pp. 354), come ‘un sistema coerente di fantasie razionali parascientifiche‘, su cui la scienza cioè non può ancora pronunciarsi, ‘che fungono da risposta laica alle aspirazioni escatologiche delle religioni tradizionali‘”. Secondo i dati del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Miur), il 28,5% dei candidati, quasi un terzo, ha scelto il saggio breve sulla "Tecnologia pervasiva". Dunque, non solo si e' offerto agli studenti un tema al passo con i tempi, ma lo stesso e' anche risultato il piu' gettonato. Tutto questo non puo' che fare piacere all'Associazione Italiana Transumanisti che si e' data come missione proprio quella di sensibilizzare l'opinione pubblica su queste tematiche. Tuttavia, non possiamo mancare di rilevare che il tema non e' stato impostato in modo "neutrale". L'espressione "tecnologie pervasive" ha di per se' una connotazione negativa, perche' suggerisce che di tecnologia ce n'e' gia' troppa. Al contrario, noi siamo convinti che ce ne sia troppo poca. Inoltre, la frase dell'articolo che definisce le idee transumaniste come "fantasie razionali parascientifiche" rischia di presentare il transumanesimo come una mera utopia, promossa da sognatori lunatici, che ha poco a che fare con la scienza. La frase e' stata estrapolata e presentata fuori contesto, giacche' ne' il libro di Manzocco ne' l'articolo di Chiusi intendono presentare la filosofia transumanista in questa luce. Che il transumanesimo contenga anche speculazioni futurologiche e fantascientifiche sui futuri possibili e' vero, ma non e' vero che il movimento si riduce a questo. Molti transumanisti lavorano nelle migliori universita' del mondo (MIT, Oxford, Cambridge, ecc.), il che significa che pubblicano in riviste scientifiche di tutto rispetto, con alto impact factor e double blind peer review. Ci sono teconologie transumaniste che gia' funzionano, altre su cui si sta lavorando e altre che sono soltanto previste. Avere un programma di ricerca, per esplorare l'ignoto, e' l'essenza stessa della scienza. Come abbiamo specificato anche nel Manifesto dei transumanisti italiani, consultabile su questo sito, ai transumanisti e' ben chiara la distinzione tra ricerca scientifica strictu sensu e speculazione futurologica. Sono due forme di lavoro intellettuale diverse e complementari. Evidentemente, la futurologia non e' una scienza e percio' puo' essere definita parascientifica. Ma il transumanesimo non e' solo speculazione, e' anche prassi. Confidiamo nel fatto che i giovani studenti italiani che si sono cimentati con questa traccia vogliano approfondire la questione, traendo beneficio anche dai materiali pubblicati in questo sito.

25/06/2014 - Manzocco e Campa parlano di transumanesimo su RAI Radio 1

Stamattina alla trasmissione "Prima di tutto" di RAI Radio 1 sono intervenuti Roberto Manzocco, autore del libro "Esseri Umani 2.0. Transumanesimo, il pensiero dopo l'uomo" (Springer 2014), e Riccardo Campa, presidente dell'Associazione Italiana Transumanisti, per spiegare e difendere le idee fondamentali del transumanesimo e presentare una panoramica delle tecnologie piu' avanzate in funzione del potenziamento umano e dell'allungamento radicale della vita. RAI Radio 1

06/03/2014 - Nuovo libro H+: La specie artificiale 06/02/2014 - Roberto Manzocco intervistato da L'Espresso

Ultime news: segue

Divenire

Numeri di Divenire

x

Espandi tutto | Collassa tutto

Chiudi